Crea sito

ALBE TRISTI di Rosi Marchese

ALBE TRISTI di  Rosi Marchese

Camminavo

per strade dissestate

attenta

a non inciampare

Erbacce davanti

intorno verde

non una foglia

da brucare

Dentro una caverna

coperta dall’inverno

dalla tana uscivo

come lucertola

Con il freddo,il caldo

non v’era stagione

in solitudine aspettavo

Quel qualcuno

promesso

da un sogno bugiardo

a condurmi per prati

Al risveglio

solo terra sterile

e strade dissestate

a testa bassa

per giorni camminai

Guardando i sassi

nei chilometri percorsi

briciole erano pagnotte

quel qualcuno

speravo incontare

conosceva il percorso

ignorato per cattivo egoismo

Ora seduta stò sulle rive

di un fiume tranquillo

vederlo aspetto arrivi

a testa china quel quancuno

Non sorridero’

mentre le acque per me

scorrono chiete

ed egli

le mie albe tristi

negò comprendere

LEONESSA di Rosi Marchese — QUANDO C’è C’è…

LEONESSA di

Rosi Marchese

Privata

non dalla vita

di voi piu’ generosa

in libertà avete scelto

voi cuori

di sangue e ghiaccio

Senza pieta’ alcuna

senza costrizioni

indifferenti

a stare lontani

stretti con le belve

del vostro essere

perfidi

La vita

non ha errato

ha solo bagliato

non curante

di farsi garante

di proteggermi

da quella infesta casa

Ignobili fantasmi

oltrepassavate le porte

per altri le serraste

come voi foste

delle mura padroni

Indefinibile,inqualificabile

un grembo partorisce

in attesa di venderti ?

Una leonessa

osserva i suoi cuccioli

uniti crescere

non s’allontana

se pur bestia

chi tocca i suoi piccoli

sbrana

A rischio

della morte ed è bestia

e non lo fa’ umana

una madre a proteggere ?

Di noi

migliori le bestie

senza intelletto

d’istinto proteggono

e per fortuna

non tutte uguali

certe madri

tanto piu piccolo

hanno il cuore

tanto piu’ contiene

indiferrenza ,odio e rancore

La grandezza dell’ amore non si misura , c’è o non c’è.  La grandezza dell’ amore, qualunque sia la si vede nella costante presenza, anche se silenziosa.  nella povertà o in richezza ,quando lo si sente c’e, nei gesti semplici che sanno di vita.

POESIA…..di Rosi Marchese..VOGLIO VORREI—Una baccheta ….e un po di magia

VOGLIO VORREI di Rosi Marchese

Voglio un amore
come nelle canzoni
romantico,fedele
ove si racconta il sogno
che reale appare

Voglio una vita
ove la violenza
se ci fosse
si sconfigge
come nelle favole

Sui libri si legge
facile distruggere
il drago e l’orco
e tutto si ottiene
con una bacchetta magica

Vorrei
nel cuore di molti
Gesu’ esistesse ogni giorno ,
non nelle ricorrenze
per far banchetti

Vorrei tutti avessimo
un cuore di carne
e quel che non esiste
la fratellanza

Se avessi una bacchetta magica vorrei regalarti…
“tempo”
Perché tu possa amare, riamato e sentirti contento;
“tempo”
Perché tu non debba mai guardare l’orologio per vedere lo scorrere del
“tempo”
Perché se hai fatto del male tu possa pensare “e ricordare”;
“tempo”
Perché se hai fatto del bene “dimenticare” (se fai del male ricorda, se fai del bene dimentica);
“tempo”
Perché anche Faust disse all’attimo fuggente “fermati, sei bello”! … ma il
“tempo”
Fugge “inesorabilmente”.

Anonimo

IRRAGIONEVOLI di Rosi [email protected] e poi :-))) Splash

IRRAGIONEVOLI di Rosi Marchese

Delude

questo egoismo

questa smania

di farsi male

l’esaltarsi

essendo impasto

di terra e acqua

Colpisce il disinteresse

quando cresciuti insieme

unico ventre

abbracciamo volutamente

diverse strade

Ferisce il malumore

variabile senza ragione

ci si ama e ci si odia

rancorosi

di vendetta vogliosi.

Strema l’avidita’

venali di denaro

di sesso assatanati

fin a uccidere

irragionevoli disumani

ingordi non ricordiamo

che tutto lasciamo.

Sono quelli che alzano muri di indifferenza che vivono rancorosi e non chiariscono mai,Quando aprino bocca pungono peggio delle zanzare, ma non sanno che brutta fine che fanno! Splash!