Buona giornata di San Marco con una bella poesia : ANIMA MIA di Rosi Marchese

L’anima soffre

ANIMA MIA di Rosi Marchese

Affranta l’anima mia
ritrova il coraggio
battagliera e basita
con il sorriso
se stessa ha ritrovato.

La luce
di una nuova alba
essa neppur si conoscea
come fosse si forte.

Vincitrice e vincente,
senza ad altri ,
togliere niente
vince una guerra
l’ennesima,la successiva.

Lei che pulita
non puo’ abbattersi
anzi viver la vita
che non la tange,
poichè se

l’animo fosse sereno
e la coscienza pulita
nessuno vale la pena
anima mia
di restar ferita!

Non essere triste anima, non piangere ma sii fiera delle tue paure, delle tue cicatrici, Quando sei triste, quando i pensieri si fanno scuri,prova a volare con la fantasia. Prova ad immaginare un futuro migliore. Aiuterai la tua anima a guarire dalla tristezza, e a farti ritornare il sorriso.

Silvana Stremiz……. l’arcobaleno più bello.

           Bisogna saper vivere l’intensità di ogni attimo con l’entusiasmo di un bambino e non aver paura dei temporali della vita. Perché proprio in mezzo ad una tempesta “nasce” l’arcobaleno più bello. 

 Silvana Stremiz

                  

Temporale

 Dopo il temporale ritorna il sereno…
Ritorna a risplendere il sole…
i suoi raggi dipingono all’orizzonte
un fantastico arcobaleno…

L’arcobaleno

 

Preghiera – L’ UNICO SIGNORE – di Rosi Marchese

Preghiera…
L’ UNICO SIGNORE di Rosi Marchese

Ho imparato
ad amarti ,seguirti ,
desiderarti
Tu ad ogni momento sei
il mio pensiero costante!

Il primo del mattino
l’ultimo della sera
nel buio e nella luce
tu mi vedi .

Il tuo profumo avverto
nelle mie narici
mentre di te scrivo in
questa mia preghiera.

Sei baluardo
anche dei miei sogni
tu lotti solo per salvarmi

Con i miei memici
per me combatti
li svergogni
nel giusto tempo
per proteggermi

Ad ogni secondo sei
nella mia mente,
nel mio cuore dove
ho costruito il tuo tempio.

Mi segui e ti sento
ad ogni situazione
per me hai il giusto
suggerimento.

Mai deludi chi ti ama,
fedele resti ,fra gli
infedeli umani.

Accanto
sei ad ascoltarmi ,
mi supporti e mi sopporti
non volti mai le spalle
come noi usiamo fare.

Io senza te
non saprei dove andare,
se non ti avessi
dove appoggiarmi
sei la mia spalla
la mia corazza.

In te confido
apertamente
sei la mia lampada
in liberta’ la catena
al mio piede .

Tu resti il mio Dio
il ristoro sei il mio cibo
amo e amero’ te solo…
perchè sei degli dei
L’UNICO SIGNORE !

 

Padre Nostro….

Gli hanno dato la mangiatoia come culla, la panchina di un falegname come pulpito, le spine come corona, e una croce come trono. Lui ha preso ciò e ne ha fatto la vera gloria del sua essere.
(WE Orchard)

RICONOSCENZA di Rosi Marchese…… Buona lettura ….è stupenda !!!

Riconoscenza = Gratitudine

RICONOSCENZA di Rosi Marchese

Osservo chi rispetta
a chi ho donato se
trovassi riconoscenza.

Nel cuore suo
come pietre preziose
conservate ha
gioielli d’altruismo
ricevute.

Dal generoso,
quasi un dovere
senza pretese che
fossero riconoscenti
e non indifferenti

Comodo
all’ingrato ingordo
la vita ci insegna
che chi donasse puo’
pretendere.

Differenze
per chi tanto dona
da chi niente ha dato

le quattro moine
non servono
e neppur le leccate.

Se poi ti usassero
indifferenza
noi tutti uguali se pur
tutti da amare

Dio lo comanda
anch’Egli dona ma
osserva

Chi irriconoscente
da chi ama e riconoscente
dagli altri dei di Lui
fa’ la differenza!

orizzonti di luce Daniela Cesta

orizzonti di luce

orizzonti di luce
che aleggiano silenziosi e
donano gioia a chi li guarda,
l’anima sembra respirare l’ardore
di quella luce che sconvolge!
mentre il mare quieto sembra magico,
mille e mille piccole luci
brillano sulle piccole onde
sono come una dolce melodia
che riempie il cuore,
l’acqua e la luce parlano
parole straordinarie che confondono gli spiriti
angelico orizzonte di luce,
che rispecchia l’infinito.

 daniela cesta

Orrizonte invernale

RISPETTARE di Rosi Marchese…….

Splendide parole che dovrebbe far riflettere !!

RISPETTARE di Rosi Marchese

Nata
in una famiglia di
onesti operai
ricchi dentro ,fuori mai,
gente umile con poche
pretese
sempre contenti e
sorridenti

Lavoratori onesti
anche in amore
morti i loro compagni
fino alla fine fedeli
rimasti a loro.

Mai alla ricerca
di inutili svaghi
rispettando le famiglie
uscire sempre e
tutti uniti

rara considerazione
per chi
non amato muore ,
non concepira’ mai
che amare è sopratutto
rispettare.
pubblicata 9 febbraio alle ore 12:37 ·

BASTERA’ di Rosi Marchese ….Una delle sue splendide poesie!

BASTERA’ di Rosi Marchese

Bastera’ un fiore
per dichiararle amore
basteranno
lunghe passeggiate
mano a mano a piedi nudi
sulla sabbia

In riva al mare, seduti,
su una panchina
guardare il sole
che si sveglia
nell’ arborea mattutina

Poesia di colori
trovarsi
stretti abbracciati
nel bianco caldo
delle lenzuola.

Nel silenzio
appena giorno
il gorgoglio del caffè
e l’odore fragrante
dei cornetti caldi

Il bacio di un saluto
andar a lavoro
rientrare e salutarsi
con un bacio
baciandosi ancora.

Gesti piu’ che parole
basteranno a mostrare
il vero e sincero amore

non vedendo altri
sguardi ammiccanti
lui a lei ,
non servira’ altro

Solo essi ai loro occhi
lui principe azzurro,
della sua principessa
dialogare e
saper comprendersi

invecchiare bene
per invecchiare
insieme

pubblicata  il 6 febbraio alle ore 22:26

L’estate è finita

L’estate è finita
Sono più miti le mattine
e più scure diventano le noci
e le bacche hanno un viso più rotondo.
La rosa non è più nella città.
L’acero indossa una sciarpa più gaia.
La campagna una gonna scarlatta,
Ed anch’io, per non essere antiquata,
mi metterò un gioiello.

 

Emily Dickinson

Poetessa statunitense

DATA DI NASCITA

Venerdì 10 dicembre 1830

LUOGO DI NASCITA

Amherst, Stati Uniti

SEGNO ZODIACALE

Sagittario

DATA DI MORTE

Sabato 15 maggio 1886  (a 55 anni)

LUOGO DI MORTE

Amherst, Stati Uniti

CAUSA

Nefrite

“Quando Dio creò l’amore”…Charles Bukowski,

Charles Bukowski, “Quando Dio creò l’amore”

Quando Dio creò l’amore non ci ha aiutato molto 
quando Dio creò i cani non ha aiutato molto i cani 
quando Dio creò le piante fu una cosa nella norma 
quando Dio creò l’odio ci ha dato una normale cosa utile 
quando Dio creò Me creò Me 
quando Dio creò la scimmia stava dormendo 
quando creò la giraffa era ubriaco 
quando creò i narcotici era su di giri 
e quando creò il suicidio era a terra

Quando creò te distesa a letto 
sapeva cosa stava facendo 
era ubriaco e su di giri 
e creò le montagne e il mare e il fuoco 
allo stesso tempo

Ha fatto qualche errore 
ma quando creò te distesa a letto 
fece tutto il Suo Sacro Universo.