L’Infinito Giacomo Leopardi

L’infinito

Sempre caro mi fu quest’ermo colle,
e questa siepe, che da tanta parte
dell’ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
spazi di là da quella, e sovrumani
silenzi, e profondissima quiete
io nel pensier mi fingo; ove per poco
il cor non si spaura. E come il vento
odo stormir tra queste piante, io quello
infinito silenzio a questa voce
vo comparando: e mi sovvien l’eterno,
e le morte stagioni, e la presente
e viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s’annega il pensier mio:
e il naufragar m’è dolce in questo mare.

Giacomo Leopardi

Non è stando in alto che ti senti grande e domini il mondo, ma è nel sentirti piccolo che abbracci l’infinito,anche solo ammirando la Natura .

orizzonti di luce Daniela Cesta

orizzonti di luce

orizzonti di luce
che aleggiano silenziosi e
donano gioia a chi li guarda,
l’anima sembra respirare l’ardore
di quella luce che sconvolge!
mentre il mare quieto sembra magico,
mille e mille piccole luci
brillano sulle piccole onde
sono come una dolce melodia
che riempie il cuore,
l’acqua e la luce parlano
parole straordinarie che confondono gli spiriti
angelico orizzonte di luce,
che rispecchia l’infinito.

 daniela cesta

Orrizonte invernale

Limoncello con i limoni della mia piantina ….

Aggiunta dello sciroppo all’infusione delle bucce di limone in alcool….

eccola tutta intera la mia cara piantina di limoni dopo aver raccolto quelli maturi per il limoncello ! non è un amore !!!

 

Questa pianta ha circa 3 anni e mezzo ,ma è la mia soddisfazione…

Ingredienti :1 litro Alcool per liquore.. Acqua 1 litro e mezzo …. zucchero dai 7 O 8 etti a piacimento .mettere le bucce in alcool per almeno 10 giorni al buio ,fare attenzione che col pelapatate di  non togliere il  bianco al limone ,dev’esserci solo la buccia gialla ,nulla bianco ,poiché quello darebbe poi al liquore un sapore sgradevole amarognolo ! dopo questa fase cioè 10 giorni  ,preparare lo sciroppo facendo bollire il litro d’acqua ove è sciolto lo zucchero ,lasciare raffreddare e poi unire il tutto e imbottigliare ! tenere in luogo fresco ,per offrire agli amici metterlo un paio d’ore in freezer ,deve essere molto freddo !! e buon lavoro

La Natura

Vorrei poter calpestare il

tuo suolo,

ma il mio passo è incerto e pesante.

Troppo tempo è passato,

troppe stagioni ho visto allontanarsi da me,

troppe occasioni ho lasciato andar via.

I miei respiri assorbono l’aria che tu doni loro,

inebriandomi.

I miei occhi si riempiono con la

tua bellezza,

con le tue forme,

con i tuoi colori.

In questo tempo in cui mi sento persa,

solo tu mi dai consolazione,

con te mi sento come se fossi ritornata al grembo materno,

da cui tutto ebbe inizio.

Autore: SIMONA ANTARES

Pioggia

Oggi Tempo brullo scende una pioggerellina fredda ,proprio autunnale…mi fa pensare ad …..

Un bellissimo pensiero di  MALCOM MARGOLIN-

“La prossima volta che inizia a piovere… stenditi sulla pancia, affonda il tuo mento nell’erba, e guarda come cade la pioggia dal punto di vista della rana… La visione di centinaia di fili d’erba che si inchinano e si rialzano come tasti di un pianoforte mi colpisce come uno degli spettacoli più belli del mondo.” 

Canzone per i bambini l’inverno

Canzone per i bambini l’inverno

Nella notte d’inverno
galoppa un grande uomo bianco
galoppa un grande uomo bianco

è un omone di neve
ha una pipa di legno
un omaccio di neve
inseguito dal freddo

arriva in paese
arriva in paese
vedendo la luce
si sente sicuro

in una casetta
entra e non bussa
in una casetta
entra e non bussa
e per riscaldarsi
e per riscaldarsi
si siede sulla stufa arroventata
e d’improvviso ecco che scompare
e rimane solamente la sua pipa
proprio nel mezzo di una pozzanghera
e rimane solamente la sua pipa
e il suo vecchio cappello.

da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/poesie/poesie-d-autore/poesia-10959>

@ Ora di Funghi @

FamiglioleUn raggio di sole.
Esco in quest’alba solare e cammino tra campi oramai dall’erba all’ultimo taglio , dove so che è cominciato il riposo di fate e di gnomi , dopo aver terminato il loro lavoro anuale. Buoni gli odori di funghi !!Esco in quest’alba solare e cammino nei boschi fatati, vita nascosta tra i rami Guardo ,osservo, respiro, odo il cinguettio di mille uccellini ,che saltellano tra i rami ! Esco in quest’alba solare e cammino sui prati oramai giallastri .Dio è quel raggio di sole che dal cielo illumina le foglie che cadono e i funghi cominciano il loro lavoro pulitori ! La mia mano piano li raccoglie e nel cesto li posa!