Come [email protected] lei ci ha dato la vita !!!!!   MADRE di Rosi Marchese

                                                        MADRE di Rosi Marchese

                                                                       Amore Materno

Moriro’ 
con il tuo ricordo,
il nome tuo 
nella mia bocca.

La speranza, la voglia ,
di viverti 
come giusto sia madre
per ogni suo figlio.

Ho aspettato e 
aspettero’ ancora 
il nostro tempo non è finito 
ora .

Un giorno al mio risveglio
apriro’ gli occhi e
vedro’ davanti ancora 
il tuo disegno .

La tua sagoma 
che ben conosco
ai piedi del mio letto
la vedro’ quel giorno.

Figura inconfondibile
che si ama per natura
e non si odia
neppur se si desiderasse 
o si vuole.

Se lei,
ti avesse lasciato,
abbandonato, non curato,
impossibile non esserle 
grati .

Al mondo siamo
lo dobbiamo a lei
visione celeste che 
Dio dono’ a colei
che nel suo grembo 
culla
e dai suoi seni con amore 
nutre.

 

Solo la madre capace d’insegnare (esattamente come per il camminare) il rispetto per l’operosità di un insetto, il valore della vita apportato da una stilla di pioggia, la grandezza contenuta in un chicco di grano, educa alla bellezza: perché solo da fiore nasce vigoroso altro fiore.Una madre in natura è un’artista eccezionale, è capace di donare la vita ad un figlio creando il suo grande capolavoro…L’amore delle mamme verso i figli è uno dei pochi in grado di resistere a tutte le tempeste della vita.Ciao Mamma…

Grazie per l’amore che mi a dato mamma!!

Ho trovato questa struggente poesia per le nostre mamme,i nostri angeli che sono sempre con noi…Auguri mamme spero che vi arrivino lassù !!!

Te ne sei andata

Te ne sei andata
hai lasciato nei miei occhi il tuo sorriso
e il resto nei cuori di chi hai amato.
Te ne sei andata,
si sono spenti i tuoi occhi
che hanno visto il sole
e i suoi colori
e hanno pianto,e hanno riso,
di dolore e di gioia
e come il vento
sei volata via, lontana e sola,
lasciando un ricordo
nella mia memoria
e un doloroso stupore
dentro la mia vita,
ti sento nel silenzio della sera,
mi culli nel sogno della notte,
ma sei aria
e come laria non ti posso più toccare.
Te ne sei andata,
non hai potuto nulla per restare,
ed al tuo posto
cè solo un vuoto
pieno di parole,
rimaste lì,
bagnate di lacrime,
piene di dolore,
cè solo il nero della notte
e il tuo sorriso,
ancorato per sempre nel mio cuore.

Giustissimo cara Amica,hai azzeccato il tutto !! ………. Incontrero’ di Rosi Marchese

    Ore e ore  parlarsi e poi….

Incontrero’ di Rosi Marchese

Parlero’ di te
dei nostri ricordi
le risate e degli scontri.

Parlero’ di noi
cosi per ricordare
le nostre belle
lunghe chiaccherate.

Ne parlero’ a qualcuno
o forse a nessuno
che ti avevo tempo fa’
io conosciuto.

Pensando credevo
tu fossi unico
ora noi lontani
magari io
incontrero’ un altro.

Forse anch’egli
mi deludera’ e
dopo i sorrisi soffrire
mi fara’.

Deridere o calpestare,
io arresa mai
incontrero’ un amicizia nuova
che mi sapra’ apprezzare!

Amicizia Nuova- Vita Nuova così è il detto a quanto pare ….

 Quindi meglio non prendere lucciole per lanterne e saper riconoscere davvero chi sono i nostri amici. Per farlo bisogna farsi guidare dall’istinto, dal cuore, e magari da qualche aiutino……

Un” ti voglio bene “detto col cuore che vorrà dirti !!!!!

             Ecco perchè!!!

Tvb può avere tanti significati ma quello che dedico a te è speciale per una amica speciale che se lo merita, perchè viene dal profondo del mio cuore…..  Moltiplica i raggi del sole di giorno con quelli della luna la notte, sono sicuro che non riuscirai ad eseguire l’operazione visto la grandezza dei numeri… ma qualora un giorno dovessi riuscirci, bè, sappi che quel risultato è solo una parte del bene che ti voglio!  Ti voglio bene come la luna ne vuole alle stelle, come il sole al cielo azzurro, come il mare ai pesci, come… una cosa troppo grande da poter descrivere ed immaginare  !Ecco ciò che io ti  faccio sapere con queste mie poche righe !!

 

Che dire su Certe Amicizie !!!!!! @ IN BUONA FEDE di Rosi Marchese

                                                       E….. l’amicizia  fasulla

 

Gatta ci cova

IN BUONA FEDE di Rosi Marchese

Carino ,cordiale
una richiesta dopo l’altra
noi amici di ogni giorno
ascoltar e annuire per poi dire
che ho …..parlato troppo.

Un aiuto si normale
un amico è da aiutare
poi sempre egli
meno presente
egli ha i suoi impegni.

Un amico che difende
dietro tuo suggerimento
infastidito pure sbuffa
dice di prender tempo
in tutto.

Sempre amici per la pelle
a graffiare e pur pungente
dire è meglio lasciar perdere
aspetta e spera a prender
tempo

Dimenticare
quel che s’è condiviso
un amicizia era
ma a senzo unico
chissa’ chi era
il vero illuso

se un amico avessi sbagliato
forse in buona fede
lo avevi sopravvalutato!

Gatta ci cova

Il falso amico è come un ombra: ti accompagna finchè c’è il sole. 
Fidati che è così..Ennesima delusione di “amicizia” : La gente è stolta, invadente, inconsistente; ti chiede (l’amicizia), ti richiede e poi ti “ricicla”… sai a certi  amici conviene quando si fa qualcosa per loro, ma quando devono farla per te vengono i nodi al pettine!!!

Gatta ci cova

 

Lacrima….Pianto Liberatorio

Pianto liberatorio

Una lacrima che scende dal viso è un dolore nascosto.
È come un terremoto dell’anima, un battito del Cuore che nessuno ascolta…
Una lacrima è un dono, chi riceve una lacrima sa che i sentimenti sono vivi, reali…
Una lacrima è una parte di Noi che l’animo umano non conosce, e non conoscerà mai.

Federica Carella

Buona giornata di San Marco con una bella poesia : ANIMA MIA di Rosi Marchese

L’anima soffre

ANIMA MIA di Rosi Marchese

Affranta l’anima mia
ritrova il coraggio
battagliera e basita
con il sorriso
se stessa ha ritrovato.

La luce
di una nuova alba
essa neppur si conoscea
come fosse si forte.

Vincitrice e vincente,
senza ad altri ,
togliere niente
vince una guerra
l’ennesima,la successiva.

Lei che pulita
non puo’ abbattersi
anzi viver la vita
che non la tange,
poichè se

l’animo fosse sereno
e la coscienza pulita
nessuno vale la pena
anima mia
di restar ferita!

Non essere triste anima, non piangere ma sii fiera delle tue paure, delle tue cicatrici, Quando sei triste, quando i pensieri si fanno scuri,prova a volare con la fantasia. Prova ad immaginare un futuro migliore. Aiuterai la tua anima a guarire dalla tristezza, e a farti ritornare il sorriso.

L’Infinito Giacomo Leopardi

L’infinito

Sempre caro mi fu quest’ermo colle,
e questa siepe, che da tanta parte
dell’ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
spazi di là da quella, e sovrumani
silenzi, e profondissima quiete
io nel pensier mi fingo; ove per poco
il cor non si spaura. E come il vento
odo stormir tra queste piante, io quello
infinito silenzio a questa voce
vo comparando: e mi sovvien l’eterno,
e le morte stagioni, e la presente
e viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s’annega il pensier mio:
e il naufragar m’è dolce in questo mare.

Giacomo Leopardi

Non è stando in alto che ti senti grande e domini il mondo, ma è nel sentirti piccolo che abbracci l’infinito,anche solo ammirando la Natura .

Dedicata alla sua mamma …..(MIA MADRE STANCA )di Rosi Marchese

MIA MADRE STANCA di Rosi Marchese

Io che 
a mia madre 
piu la guardo e piu 
mi sembra bella
lei 
con i suoi capelli bianchi 
porta bene
i suoi ottant’anni.

Stanca, 
nei suoi lontani ricordi 
noi eterni bambini ,
lei non concepisce
siamo gia’ adulti .

Nei suoi occhi 
lacrime furtive scendono
è un dolore per lei lasciarci
di noi ha bisogno ma
è lei a noi ad aiutarci.

Par ieri ,
io bambina ero 
la mano le stringevo 
e di seta ella l’avea.

Ruvida ora la sua pelle,
la voce rauca in lei 
si sente

Come usignolo 
una volta cantava
ora dolce raucedine 
la sua gola emana.

Spesso ascoltava 
ora annuisce e 
prima contestava,
la sua stanchezza 
ci appare chiara.

Non sono cambiati 
i suoi abracci 
gli stessi sono per noi
i suoi baci

lo stesso affetto
lo stesso amore 
fu’ un vulcano lei
era un uragano

Mia madre ora
sempre piu’ stanca 
si siede e guarda
la televisione

nella sua poltrona 
che stretta l’abbraccia
e piu’ di noi figli forse
or stanca …..la rilassa.

Amore Filiale

 

Silvana Stremiz……. l’arcobaleno più bello.

           Bisogna saper vivere l’intensità di ogni attimo con l’entusiasmo di un bambino e non aver paura dei temporali della vita. Perché proprio in mezzo ad una tempesta “nasce” l’arcobaleno più bello. 

 Silvana Stremiz

                  

Temporale

 Dopo il temporale ritorna il sereno…
Ritorna a risplendere il sole…
i suoi raggi dipingono all’orizzonte
un fantastico arcobaleno…

L’arcobaleno

 

Preghiera – L’ UNICO SIGNORE – di Rosi Marchese

Preghiera…
L’ UNICO SIGNORE di Rosi Marchese

Ho imparato
ad amarti ,seguirti ,
desiderarti
Tu ad ogni momento sei
il mio pensiero costante!

Il primo del mattino
l’ultimo della sera
nel buio e nella luce
tu mi vedi .

Il tuo profumo avverto
nelle mie narici
mentre di te scrivo in
questa mia preghiera.

Sei baluardo
anche dei miei sogni
tu lotti solo per salvarmi

Con i miei memici
per me combatti
li svergogni
nel giusto tempo
per proteggermi

Ad ogni secondo sei
nella mia mente,
nel mio cuore dove
ho costruito il tuo tempio.

Mi segui e ti sento
ad ogni situazione
per me hai il giusto
suggerimento.

Mai deludi chi ti ama,
fedele resti ,fra gli
infedeli umani.

Accanto
sei ad ascoltarmi ,
mi supporti e mi sopporti
non volti mai le spalle
come noi usiamo fare.

Io senza te
non saprei dove andare,
se non ti avessi
dove appoggiarmi
sei la mia spalla
la mia corazza.

In te confido
apertamente
sei la mia lampada
in liberta’ la catena
al mio piede .

Tu resti il mio Dio
il ristoro sei il mio cibo
amo e amero’ te solo…
perchè sei degli dei
L’UNICO SIGNORE !

 

Padre Nostro….

Gli hanno dato la mangiatoia come culla, la panchina di un falegname come pulpito, le spine come corona, e una croce come trono. Lui ha preso ciò e ne ha fatto la vera gloria del sua essere.
(WE Orchard)

Questo è quello hai voluto far capire a certa gente !! LASCERO’ di Rosi Marchese

Lasciamo che gioiscano gli invidiosi !

LASCERO’ di Rosi Marchese

Lascero’
il mondo sorridere
di una liberta’ mia,
che non condivide.

Li lascero’ sparlare
quando non avranno
altro da fare.

Amarmi o odiarmi
nella liberta’ e il rispetto
di tutti quanti

Lascero’
mi voltino le spalle
infedeli o
scelte caratteriali.

Lascero’
tutto giri come vada e
ad essi l’inquietudine
e la scelta di rosicare.

E se pur poi
non ammettessimo
lascero’ neghino
mentendo a noi stessi

Avro’ sempre
un piatto nel mio tavolo
da mangiare
e la liberta’ di vivere
in santa pace!

Dipendere dal giudizio del prossimo. Essere insicuri. Aver paura di non essere accettati: fa campare malissimo. E finché non capisci che l’opinione che hai di te stesso non può dipendere dagli occhi di chi ti guarda ti farai del male.